Come creare una landing page efficace in 8 passi

Oggi spieghiamo come creare una landing page di successo e soprattutto come utilizzarla in modo efficace per convertire i tuoi visitatori in iscritti. Nel precedente post, se ben ricordi, abbiamo parlato di come realizzare una pagina di ringraziamento efficace che ti permetta di fornire il passo successivo ai nuovi iscritti: quello decisivo, tanto per intenderci, che può portarli a diventare clienti effettivi.

Si tratta di due passaggi chiave strettamente correlati fra loro: non può esistere una Thank You page senza una Landing page e viceversa, anche se alcuni (non lo consiglio) tendono ad incorporare un messaggio di ringraziamento direttamente all’interno della Landing.

Quindi, prima di affrontare bene l’argomento, penso sia opportuno soffermarci un attimo a pensare come si generano gli iscritti attraverso il processo di conversione in una strategia di marketing inbound che, come sappiamo, parte sempre da una CTA.

Come creare una landing page efficace per il processo di conversione in una strategia inbound

Per prima cosa, un visitatore clicca su una call to action (CTA), per arrivare alla landing page. Sulla landing page, compila un modulo con i propri contatti personali e diventa automaticamente un iscritto. Successivamente viene indirizzato ad una pagina di ringraziamento (thank you page) nella quale può finalmente accedere all’offerta.

Come creare una landing page efficace per convertire i visitatori in iscritti

Sono sicuro che a questo punto ti starai chiedendo: ok, ma come faccio a trasformare i miei visitatori in iscritti? Per ottenere dei buoni risultati è importante sapere come creare una landing page veramente efficace in grado di raccogliere informazioni utili sui visitatori del proprio sito

Diciamo subito che, per definizione, le landing page usano un modulo per raccogliere informazioni. Senza un modulo da compilare (form), semplicemente non è possibile trasformare un visitatore in iscritto. Chiaro?… Utilizzando le informazioni raccolte con questi moduli, riuscirai a costruire e soprattutto a gestire relazioni con i tuoi iscritti e potenziali clienti.

Le landing page rappresentano il vero cuore di tutta la fase di conversione nella metodologia inbound. In pratica, più landing page di qualità hai sul sito, più aumentano le possibilità di convertire le persone.

come creare una landing page per un corso gratuito

 

Come creare una landing page di successo: le 8 regole basilari

1) Per prima cosa, scrivi un titolo chiaro, conciso e orientato all’azione. Stai cercando di comunicare in che modo la tua offerta aiuterà i tuoi visitatori a risolvere un problema o trarre benefici da un’opportunità che stai loro offrendo.

Devi dire ai tuoi visitatori cosa otterranno e come. Dovranno scaricare qualcosa? Usa la parola “scarica” nel titolo. Vedranno un video? Usa la parola “guarda”. Devono prenotare un corso (vedi l’esempio dell’immagine precedente)? Usa la parola “prenota” e così via.

Assicurati inoltre di descrivere in modo inequivocabile nel titolo il tipo di offerta (e-book, demo, tutorial, corso gratuito): i motori di ricerca capiscono cosa stai offrendo in base alla tua descrizione. La chiarezza prima di tutto!

Una regola essenziale nella scrittura del titolo è usare sempre un verbo d’azione: serve a spingere le persone ad approfittare dell’offerta e di tutti i benefici che ne potranno trarre iscrivendosi.

2) Devi spiegare il valore e l’importanza dell’offerta ai tuoi clienti ideali, ma non parlare ancora della tua azienda! Avrai tempo e modo di farlo quando si saranno già iscritti. Ricorda: ora devi concentrarti solo sull’acquisizione dei contatti: questo è il tuo obiettivo primario in una strategia inbound.

In poche e semplici righe, devi essere pertanto capace di spiegare bene ed in maniera sintetica di cosa tratta l’offerta ed illustrarne nei dettagli tutti i vantaggi. I visitatori decideranno nel giro di pochi secondi se accettare o meno la tua offerta, ecco perchè in questi casi è bene essere chiari e concisi!

Cerca possibilmente di mettere il contenuto sempre in alto, in modo che il tuo visitatore non debba scorrere in basso con il mouse per leggerlo. Se proprio non riesci a rientrare nella prima schermata, cerca in ogni caso di essere molto breve.

3) Utilizza numeri, liste puntate o il grassetto per evidenziare le informazioni principali. Ricordati che se c’è troppo testo nella pagina il visitatore potrebbe distrarsi o perdere interesse, cosa da evitare nel modo più assoluto! Utilizza magari un colore sgargiante per mettere in evidenza la parola “gratis” per rendere più evidente possibile i vantaggi dell’offerta.

lo schema che spiega come creare una landing page efficace

4) Aiuta il visitatore a concentrarsi sulle cose più importanti usando puntando soprattutto sull’enfasi visiva. Se scegli ad esempio di usare una lista di punti, usa dai 3 ai 5 puntini. Altra regola fondamentale è rimuovere tutti i link ed i menù di navigazione presenti nella pagina

Lo scopo principale della tua landing page è quello di generare iscrizioni, quindi togli di mezzo qualsiasi strumento che possa creare distrazione!  Assicurati infine che il pulsante di invio sia ben in vista e facile da cliccare.

Meglio optare per colori vivaci! Un bel verde acceso o un arancione brillante sono i colori che funzionano meglio e che vi consiglio di utilizzare, scegliendo opportunamente tra questi quello più adatto da abbinare allo stile e la grafica della vostra pagina.

5) La lunghezza del modulo da compilare deve rispecchiare il valore dell’offerta, sia per quanto riguarda le informazioni richieste sia nella lunghezza. In generale, per esperienza, ti consiglio di non esagerare con la richiesta di informazioni.

Nome ed indirizzo email (essenziale) sono più che sufficienti per dare la possibilità ai tuoi visitatori di scaricare un contenuto gratuito e a te di ottenere il loro prezioso contatto (lead).

Tuttavia, nei casi in cui il contenuto dell’offerta richieda la necessità di maggiori informazioni (iscrizione ad un corso, consulenza o altro) spiegate bene i motivi della vostra richiesta e soprattutto rassicurate gli utenti sulla protezione dei dati personali.

Questo è sempre d’obbligo, in quanto le persone sono spesso restie a lasciare i propri dati personali se non forniamo loro ampie rassicurazioni in tal senso. E, tutto sommato, se ci pensate è una cosa ragionevole!

6) Includi sempre un’immagine o un breve video pertinenti con la tua offerta. Una rappresentazione visiva d’impatto può essere determinante per comunicare valore e contenuto dell’offerta in modo più immediato e veloce.

Non dimentichiamoci mai che nel marketing la qualità dei contenuti è sempre ciò che fa la differenza.

Come creare una landing page che converte

7) Certamente utili, quando possibile, inserire amplificatori di credibilità, cioè altri loghi di fonti note come giornali, riviste, siti molto popolari, personaggi noti nel tuo settore che hanno parlato bene del tuo lavoro.

Così come i dati di “riprova sociale”, ossia tutti quei dati relativi al numero di persone che hanno già avuto accesso a quella pagina o a quel contenuto, se ovviamente è possibile dimostrarne concretamente la veridicità.

Evitate assolutamente come la peste recensioni e commenti fatti da amici e conoscenti che sanno di fraudolento lontano un miglio! Le persone sono molto più sgamate di quanto si pensi e se cercate di vendergli fuffa alla fine andrà sicuramente a scapito vostro.

Meglio non ricorrere a questo tipo di pratiche scorrette e lasciare piuttosto che le cose avvengano in modo naturale, lavorando bene e con la dovuta correttezza professionale. Questo almeno è il mio consiglio…

8) Infine, la tua offerta va condivisa! Aggiungi icone per la condivisione sui social per permettere ai tuoi visitatori di condividere la tua offerta con altre persone.

Se l’iscritto ritiene che il tuo contenuto sia utile e rilevante, c’è la possibilità che anche altri nella sua cerchia di amicizie siano potenzialmente interessati alla stessa.

Riassumendo, ecco in definitiva le regole essenziali per creare una landing page di successo:

•    scrivi un titolo chiaro;
•    spiega il valore della tua offerta;
•    usa liste puntate o titoli in grassetto per sottolineare il valore;
•    togli i menù di navigazione e i link;
•    la lunghezza del modulo deve corrispondere al valore dell’offerta;
•    includi un’immagine, un’animazione oppure un video di qualità;
•    aggiungi amplificatori di credibilità e dati di riprova sociale (se possibile)
•    aggiungi i pulsanti per la condivisione sui social.

In ogni caso, se vedi che la tua landing page non ha i risultati che vorresti, prendi in considerazione l’idea di apportare eventuali correzioni per migliorarla e renderla più efficace. Prova per esempio ad immedesimarti nel tuo visitatore per capire come viene interpretata la tua offerta.

Prova a fare dei piccoli cambiamenti, poco per volta, in modo da poterne valutare l’efficacia. Per esempio, prova a modificare l’aspetto della pagina senza toccare il testo, per verificare se sia il design a influenzare il tasso di conversione, o viceversa.

Bene, a questo punto sai come creare una landing page di successo! Quindi non ti resta che iniziare a mettere in pratica ciò che abbiamo appena visto per realizzare quella che possiamo considerare una delle fasi fondamentali di ogni strategia inbound: la pagina che converte i visitatori in leads (contatti).

Mi raccomando, segui le regole che abbiamo appena visto e rendi sempre più efficace la tua pagina cattura contatti:  ricorda che i contatti sono il primo obiettivo per il successo della tua strategia inbound!


Iscriviti alla newsletter per ricevere altre news e articoli di web marketing