Cosa scrivere in un blog: la strategia per trovare argomenti efficaci

Chiamatelo blocco dello scrittore o come vi pare, ma è capitato a tutti di non avere la giusta ispirazione o essere semplicemente a corto di idee su cosa scrivere in un blog che magari abbiamo aperto da poco e del quale non abbiamo ancora ben chiaro quali argomenti e quale stile di comunicazione adottare.

Quello che consiglio in questi casi è di cercare prima di tutto quelli che possono essere gli argomenti più dibattuti del settore di cui vi occupate, quindi di concentrarvi proprio su quegli argomenti per tirare fuori un post che possa attirare l’interesse di chi visita generalmente il vostro blog.

Per questo basta fare un po’ di ricerche su Google digitando quei termini di ricerca che riteniamo maggiormente inerenti al settore del blog e capire, grazie ai suggerimenti del motore di ricerca, quali siano quelli più richiesti e ricercati. Su questi argomenti chiave, diciamo così, andremo a selezionare quelli sui quali scrivere il nostro post da pubblicare.

Certo, direte voi, ma così diventa difficile essere originali! Ragionamento che non fa una piega… Ma in realtà, se ci riflettete bene, la vera abilità consiste nel riuscire ad essere originali nella vostra esposizione e fornire un chiaro punto di vista sul quale aprire magari una discussione, piuttosto che preoccuparsi dell’originalità dei temi o degli argomenti che andrete ad affrontare.

Mi spiego, se io scrivo articoli di marketing non sono certo originale, ma saranno il modo e lo stile con cui andrò ad affrontare gli argomenti che potranno fare una certa differenza. Di articoli di marketing se ne trovano in grande quantità sul web, ma il tuo dovrà essere unico nel suo genere.

Meglio quindi cimentarsi su temi sui quali siamo particolarmente preparati, onde evitare di scivolare nella banalità o, peggio, dare l’impressione di non essere adeguatamente competenti su ciò in cui pretendiamo di elargire pareri e consigli da vecchio saggio. Mai salire in cattedra in generale, figuriamoci se poi non siamo neppure all’altezza.

Se vi dico queste cose è proprio perché so bene che non si finisce mai di imparare, soprattutto quando pensiamo di essere competenti su un determinato argomento finché non troviamo chi lo è più di noi… L’esperienza in questo campo è sempre un’ottima insegnante e la migliore consigliera che possiamo avere al nostro fianco!

Detto questo, iniziamo a sviluppare le nostre idee compilando inizialmente una lista di titoli pensati principalmente in ottica SEO, sui quali imbastire successivamente i nostri post. Ricordate che il titolo conta moltissimo, non solo per la SEO ma perché sarà la prima cosa che leggeranno le persone e che dovrà catturare la loro attenzione.

Se il titolo non attrae fin da subito, difficilmente i nostri visitatori si addentreranno nella lettura di un articolo. Non è un caso che le prime pagine dei quotidiani puntano quasi sempre su titoli sensazionalistici per attirare i lettori e vendere più copie. Siamo d’accordo su questo?

Quindi va da sé che lo stesso principio vale anche per i blog e per tutti i siti che fanno informazione in generale. Una volta individuato il titolo adatto buttiamoci a capofitto nella scrittura e vediamo ciò che viene fuori di getto, poi saremo sempre in tempo e redigere e rivedere l’articolo apportando le giuste correzioni.

L’importante è che ogni post rispecchi il vostro stile di comunicazione e metta in risalto la vostra personalità. Potremmo dire in questo caso “fammi leggere come scrivi e ti dirò chi sei”…. Ecco, la vera originalità sta tutta qui.

Non importa quale sia il vostro settore o cosa scrivere in un blog, ma  cosa sarete capaci di trasmettere al vostro lettore. Questo è ciò che conta veramente. Che scriviate di marketing, di viaggi, di gastronomia o di lavatrici, sarà sempre e comunque la vostra personalità ad emergere e dare il giusto valore a ciò che scriverete sul vostro blog.


Iscriviti alla newsletter per ricevere altre news e articoli di web marketing